Blog: http://campovuoto.ilcannocchiale.it

L’Ordine Esecutivo di Trump è diretto verso lo Stato Profondo e apre le porte alla divulgazione

Trump-Executive-Order-Targets-the-Deep-StateQualcosa di molto serio è accaduto negli Stati Uniti il ??21 dicembre con la firma dell’ “Ordine Esecutivo che congela le proprietà le persone coinvolte in abuso dei diritti umani” del presidente Donald Trump. L’ordine dichiarava uno stato di emergenza nazionale in materia di diritti umani e corruzione e nominava individui e organizzazioni specifici che avrebbero congelato i loro conti bancari e le loro attività, indipendentemente da dove fossero avvenuti gli abusi nel mondo.

Mentre i media mainstream hanno in gran parte ignorato l’ordine esecutivo di Trump, i media alternativi hanno prestato molta attenzione. Molti hanno notato che l’ordine esecutivo è molto più significativo di quello che sembra apparire in superficie. Piuttosto che congelare le risorse finanziarie di cittadini stranieri legati alla sfera di influenza russa, come sembra apparire superficialmente, è davvero mirato ai membri dello “Stato Profondo” (alias Cabala o Illuminati) che sono stati coinvolti nella tratta di esseri umani, pedofilia e corruzione sistemica in tutto il pianeta.

Il linguaggio dell’Ordine Esecutivo è molto aperto in termini di come la corruzione internazionale e le violazioni dei diritti umani minacciano la sicurezza nazionale degli Stati Uniti:

Io, DONALD J. TRUMP, Presidente degli Stati Uniti d’America, ritengo che la prevalenza e la gravità degli abusi e della corruzione dei diritti umani abbiano la loro fonte, in tutto o in parte, al di fuori degli Stati Uniti, come quelli commessi o diretti dalle persone elencate in questo ordine, hanno raggiunto tale scopo e gravità che minacciano la stabilità dei sistemi politici ed economici internazionali … Gli Stati Uniti cercano di imporre conseguenze tangibili e significative a coloro che commettono gravi abusi sui diritti umani o si impegnano nella corruzione, così come per proteggere il sistema finanziario degli Stati Uniti dagli abusi di queste stesse persone.

Pertanto, stabilisco che gravi violazioni dei diritti umani e corruzione nel mondo costituiscono una minaccia insolita e straordinaria per la sicurezza nazionale, la politica estera e l’economia degli Stati Uniti, e dichiaro con la presente un’emergenza nazionale per far fronte a tale minaccia.

Il suo allegato identifica persone e organizzazioni chiave, molte delle quali sono chiaramente associate alla Russia. L’ordine esecutivo è collegato alla legge globale sulla responsabilità dei diritti umani di Magnitsky emersa dall’omicidio di un importante dissidente che espone violazioni dei diritti umani e corruzione in Russia.

Questo collegamento può facilmente portare i lettori a credere erroneamente che l’Ordine esecutivo sia destinato esclusivamente a colpire funzionari russi corrotti, e la corruzione e le violazioni dei diritti umani da parte dei paesi nella sfera di influenza della Russia.

Tuttavia, come sottolineato da una serie di fonti mediatiche alternative, l’ordine esecutivo di Trump va ben oltre la sfera di influenza russa. Si sta davvero prendendo di mira lo Stato Profondo, e adempiendo alla sua campagna del 2016 che si impegnava a “bonificare la palude”.

Ad esempio, Jim Stone, un giornalista freelance, scrive:

L’ordine esecutivo è stato presentato come un’emergenza nazionale. Dapprima si legge che esso sia diretto agli stranieri che vengono nominati direttamente in un allegato alla fine. Questo non è quello che è. La prima parte dell’ordine cementa solo la seconda parte dell’ordine, per impedire ai criminali americani di fuggire all’estero e essere sostenuti da stranieri.

Per riassumere:

Nessun accusatore della palude può accettare l’aiuto di un altro accusatore della palude per allontanarsi … I trafficanti di bambini e altre violazioni dei diritti umani sono coperti, il furto e l’uso improprio dei fondi governativi è coperto, tutti gli articoli sono coperti per stranieri e cittadini statunitensi, tutti gli stranieri che hanno beni Negli Stati Uniti che hanno fatto qualcosa contro gli Stati Uniti allo scopo di sostenere la palude americana avranno i beni sequestrati, chiunque in violazione di qualcosa in questo ordine esecutivo avrà i loro beni sequestrati ….

Un informatore anonimo che usa lo pseudonimo di MegaAnon dice che l’Ordine esecutivo ha portato molti membri potenti dello Stato Profondo a ritrovarsi da un giorno all’altro senza risorse finanziarie.

Indovina un po? I finanziatori della Palude sono stati fermati mentre dormivano tutti la notte scorsa.
Sarà una pausa di Natale per loro … sono stati tutti fermati prima dell’alba …

Questo copre il traffico di bambini / umani, droghe, armi / pistole, armi di distruzione di massa / prodotti chimici / uranio, organi, ecc.
Ora se volete sapere chi nella nostra palude si è svegliato con conti congelati, fondazioni, “enti di beneficenza”, attività collaterali e organizzazioni di shell / LLC, ecc. Scava nella lista degli allegati …

L’ordine esecutivo e il linguaggio che usa veramente segnano un evento epocale. Semplicemente, segna un trasferimento di potere politico dallo Stato Profondo agli Stati Uniti, in termini di chi detiene realmente il controllo della Repubblica degli Stati Uniti.

Non è un segreto che Donald Trump si sia circondato di alti ufficiali militari che condividono il suo desiderio di “bonificare la palude”. Il suo capo di stato maggiore, John Kelly, è un generale USMC a quattro stelle in pensione; il suo Segretario alla Difesa, James Mattis, è anche un generale USMC a quattro stelle in pensione; il suo consigliere per la sicurezza nazionale, James McMaster, è un generale dell’esercito americano a tre stelle in servizio attivo; il suo capo della National Security Agency, Mike Rogers, è un ammiraglio della marina a quattro stelle attivo; il capo dei servizi segreti, Randolph Alles è un generale marino in pensione a due stelle; E la lista continua.

admiral-mike-rogers

L’ammiraglio Mike Rogers

Il ruolo dell’ammiraglio Mike Rogers è particolarmente significativo da quando ha rotto i ranghi con la comunità dei servizi segreti degli Stati Uniti alla fine del 2016 per mettere in guardia Trump su uno sforzo dello Stato profondo per minare e persino impedire che salisse al potere spiando la sua squadra di transizione. Appena Trump fu eletto presidente, Rogers si è recato alla Trump Tower il 17 novembre 2016 per avvertirlo dei piani dello stato profondo.

Il giorno successivo, il Washington Post ha riferito su una raccomandazione della Intelligence Community e del Pentagono dell’ottobre 2016 di licenziare Rogers. Il direttore del National Intelligence del presidente Obama, James Clapper, e il segretario alla Difesa, Ashton Carter, sarebbero stati insoddisfatti delle prestazioni di Rogers, inclusa la sua visita a Trump:

In una mossa apparentemente senza precedenti per un ufficiale militare, Rogers, senza avvisare i superiori, si è recato a New York per incontrarsi con Trump giovedì alla Trump Tower. Ciò ha causato costernazione ai livelli più alti dell’amministrazione, secondo i funzionari, che hanno parlato in condizione di anonimato per discutere questioni interne del personale.

Il direttore della CIA John Brennon è stato un attore chiave nello sforzo di rimuovere Rogers, come illustrato dalla storia del Washington Post, che è la tradizionale fonte di notizie ufficiale che promuove gli interessi della CIA. A suo merito, il presidente Obama non ha agito contro Rogers.

Ora più di un anno dopo queste manovre dietro le quinte, Rogers rimane al timone dell’NSA monitorando da vicino le attività globali dello stato profondo e consigliando Trump e il suo team sulla sicurezza nazionale.

Ciò è stato particolarmente significativo quando si è trattato della Central Intelligence Agency, che è stata a lungo la principale istituzione degli Stati Uniti nel finanziare e far rispettare la volontà dello Stato Profondo.

In particolare, le divisioni Clandestine Services and Counterintelligence della CIA furono determinanti nella creazione di un “black budget” non ufficiale per finanziare progetti e le operazioni altamente classificate sin dalla creazione della CIA nel 1947.

Questi due rami della CIA sono stati a lungo gli esecutori segreti dello Stato Profondo come meglio illustrato nell’assassinio Kennedy. James Jesus Angleton, capo dell’ufficio di controspionaggio della CIA, ha avuto un ruolo diretto, mentre Richard Helms (vicedirettore dei piani) ha fornito il supporto segreto per l’operazione.

 

La promozione da parte di Trump dell’ex membro del Congresso, Mike Pompeo, a direttore della CIA, aveva lo scopo di portare la CIA sotto l’autorità presidenziale diretta. Pompeo, tuttavia, fu effettivamente escluso dall’esercitare qualsiasi potere reale sulle operazioni segrete della CIA. Fu l’approccio più equilibrato di Pompeo alle relazioni USA-Russia che gli valse l’ostilità dei gruppi oscuri della CIA.

La situazione è cambiata radicalmente sabato 18 novembre, quando un certo numero di elicotteri dell’USMC hanno sorvolato il quartier generale della CIA a Langley, in Virginia. Un ex agente dell’FBI, Hal Turner, ha confermato attraverso credibili fonti che gli elicotteri hanno “ronzato” il quartier generale della CIA per circa 30 minuti.

L’intento era chiaro, l’USMC stava minacciando la divisione dei servizi clandestini della CIA per entrare nell’amministrazione Trump o altro. Non è la prima volta che la CIA viene intimidita da un presidente degli Stati Uniti che minaccia di scatenare l’esercito USA contro di essa.

Nel 1958, il presidente Eisenhower minacciò le strutture dell’Area 51 della CIA in Nevada con l’invasione della prima armata americana di stanza nel Colorado, se la CIA non avesse divulgato completamente tutti i suoi programmi classificati in quel luogo. In un’intervista video del maggio 2013, un ex agente della CIA ha rivelato che aveva sentito Eisenhower dire al suo capo di inoltrare al misterioso comitato MJ-12 responsabile della struttura Area 51, per il quale la CIA forniva sicurezza operativa.

Il segno più chiaro che la CIA sia ora saldamente sotto il controllo di Trump è il presidente Putin che ringrazia il presidente Trump e Pompeo per aver contrastato un attacco terroristico pianificato contro una prominente cattedrale di San Pietroburgo. Un comunicato stampa del Cremlino del 17 dicembre ha dichiarato:

Vladimir Putin ha ringraziato Donald Trump per le informazioni trasmesse dalla Central Intelligence Agency (CIA) degli Stati Uniti, che ha aiutato a trattenere i terroristi che hanno progettato di far esplodere la cattedrale di Kazan a San Pietroburgo e in altri luoghi pubblici della città. Le informazioni ricevute dalla CIA sono state sufficienti per localizzare e detenere i criminali.

Il presidente russo ha chiesto al presidente degli Stati Uniti di esprimere il suo apprezzamento al direttore della Central Intelligence Agency e agli agenti dei servizi segreti statunitensi che hanno ricevuto queste informazioni.

E’ una cosa senza precedenti che un capo di stato russo ringrazi pubblicamente la CIA. Il messaggio di fondo era chiaro, la CIA è ora sotto il controllo dei White Hats nel sistema di sicurezza nazionale degli Stati Uniti e Putin era molto grato.

Ciò a cui stiamo assistendo con l’Ordine Esecutivo del 21 dicembre di Trump è l’atto finale di un piano ben congegnato per mettere in secondo piano lo Stato Profondo, “drenare la palude” e reintegrare l’autorità presidenziale diretta sul sistema di sicurezza nazionale degli Stati Uniti. In effetti, stiamo assistendo a un passaggio di potere reale dallo Stato Profondo a quello degli Stati Uniti attraverso Donald Trump come Comandante in Capo.

Ciò che è particolarmente degno di nota nell’Ordine esecutivo è che questo trasferimento di potere viene fatto silenziosamente dietro le quinte con poca attenzione generale. Le figure chiave nello Stato Profondo trovano le loro risorse finanziarie globali congelate o si trovano ad essere segretamente detenute tramite accuse sigillate che ora hanno un impatto mondiale a causa dell’ordine esecutivo di Trump.

Alla fine di novembre, c’erano oltre quattromila accuse federali (sigilli di Garanzia) tracciate da giornalisti di notizie alternative come Hal Turner. Molte di queste sono state applicate dal personale del Comando delle operazioni specialiche sta girando intorno al pianeta per arrestare le figure chiave dello Stato Profondo.

Tutto ciò porta alla domanda: che cosa significa tutto questo per una soppressione della verità di sette decenni sulla vita e la tecnologia extraterrestre, sull’esistenza di una colonia tedesca separatista in Antartide e sull’esistenza di più programmi spaziali segreti?

 

Il modo in cui l’ordine esecutivo è stato creato per un obiettivo specifico e viene applicato silenziosamente è che i militari statunitensi vogliono mantenere gran parte di ciò che accade al di fuori dello sguardo pubblico. La ragione principale per farlo è chiaramente quella di ridurre al minimo l’interruzione del sistema politico degli Stati Uniti mentre avviene il trasferimento del potere.

Una volta completato il processo di trasferimento, possiamo aspettarci che alcune delle accuse sigillate vengano rivelate pubblicamente, e Trump dichiarerà pubblicamente la vittoria nel suo tentativo di “bonificare la palude”. Possiamo aspettarci un sacco di pensionamenti inaspettati da parte di individui accusati che stanno attualmente facendo patteggiamenti per sfuggire alla reclusione. Le persone coinvolte negli abusi dei diritti umani più eclatanti, come la tratta di bambini, saranno molto probabilmente esposte a pubblico processo.

Man mano che il processo del trasferimento di potere avanza, possiamo aspettarci che venga divulgata una maggiore verità sui programmi spaziali segreti, sull’Antartide e sulla vita extraterrestre. Sulla base del modo in cui l’esercito americano ha a che fare con le figure chiave dello Stato Profondo, si può prevedere che la divulgazione avverrà in modo graduale che non interrompa il tessuto sociale degli Stati Uniti e la stabilità della comunità globale.

La divulgazione è inevitabile, ma con l’esercito americano che ora è sempre più responsabile della fine americana del processo, è probabile che la divulgazione avvenga in una serie di passaggi graduali che culminano in vasti cambiamenti in tutto il pianeta come tecnologie avanzate che implicano energia a punto zero, la propulsione antigravitazionale e la guarigione olografica siano rilasciate strategicamente.

 

Mentre la rimozione dello Stato profondo e la sua corrosiva influenza globale attraverso violazioni dei diritti umani e corruzione è uno sviluppo positivo, l’enorme influenza dietro le quinte dell’esercito statunitense nell’amministrazione Trump è motivo di preoccupazione a lungo termine. Prevedibilmente, le rivelazioni che si verificheranno per tutto il resto dell’amministrazione Trump promuoveranno gli interessi di sicurezza nazionale degli Stati Uniti ampiamente definiti attraverso una mentalità militare.

Il più grande lamento del presidente Eisenhower sul modo in cui negli Stati Uniti venivano gestiti progetti classificati che coinvolgono tecnologie avanzate era che l’eccessiva segretezza tagliava fuori le persone migliori dal processo decisionale. Solo la piena divulgazione impedirà che un problema simile si verifichi in futuro quando emergerà un nuovo Stato profondo, uno dominato da interessi militari, con il controllo sulle tecnologie avanzate, che usa per dominare il resto dell’umanità.

La completa rivelazione è essenziale per l’umanità che passa da un pianeta insulare dominato da sindacati criminali o da una mentalità militare, in una società planetaria pacifica più informata, degna di diventare membro a pieno titolo di una comunità galattica.

© Michael E. Salla, Ph.D. Avviso sul copyright

Fonte: Exopolitics

Pubblicato il 29/12/2017 alle 18.10 nella rubrica aggiornamenti.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web